Salta al contenuto

Ucraina: Anp-Cia, lavorare subito per la pace e l’accoglienza

L’Associazione promuove e aderisce alle iniziative di solidarietà per aiutare la popolazione

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Indietro

Ucraina: Anp-Cia, lavorare subito per la pace e l’accoglienza

01 marzo 2022

Adesso è il momento della mobilitazione e della protesta per chiedere a gran voce la pace. Così Anp, l'Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani, sottolineando l'importanza delle manifestazioni in corso in Italia e in tutto il mondo per dire stop al conflitto in Ucraina e avviare serie trattative per evitare ulteriori azioni militari. 

"Sgomento, dolore e indignazione. Sono i sentimenti che si provano nel constatare che ancora una volta ci troviamo di fronte a una guerra, con tutte le sofferenze che comporta per la popolazione -spiega il presidente di Anp, Alessandro Del Carlo-. Come più volte affermato, le guerre non risolvono in alcun modo le controversie fra le nazioni, anzi, le aggravano ulteriormente, con il rischio di innescare processi di allargamento delle azioni militari non controllabili". 

L'Anp-Cia è impegnata sul fronte della pace e della solidarietà e invita le proprie associazioni a promuovere o aderire alle iniziative che si stanno organizzando per la pace e per gli aiuti umanitari, così come a dare il proprio contributo per l'accoglienza dei profughi in fuga -i primi sono arrivati la scorsa notte in Italia- assieme alle organizzazioni che operano sul territorio.

 

 

 

Tutte le news