Saut au contenu

Pensioni: Anp-Cia, ok 14esima dopo tante incertezze

Boccata d’ossigeno per 3 milioni di pensionati con assegni bassi.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

ANP da più di quarant'anni assieme, per difendere i tuoi diritti!

 

There are no events to display

Liliana Segre ringrazia l'Anp-Cia

Il ringraziamento della Senatrice alla solidarietà dell’Associazione espressa dal Presidente Del Carlo.

Anp-Cia Toscana Nord: incontro con il Prefetto di Lucca

Il Prefetto si fa promotore dell’apertura di Tavoli tematici per affrontare i problemi sollevati.

Pensioni: Anp, anziani non siano bancomat dello Stato

A Bologna l'Assemblea annuale dell'Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani.

Anp-Cia: quattro misure per tutelare reddito pensionati

Dall’aumento delle pensioni minime all’inserimento degli agricoltori tra categorie che svolgono mansioni gravose: le proposte al Governo dell’Associazione nazionale pensionati.

Pensioni: Anp-Cia, si faccia più chiarezza su manovra di bilancio

Alla Camera incontro tra delegazione, con Presidente nazionale Del Carlo, e l’On. Giaccone, Presidente Commissione XI Lavoro.
Retour

Pensioni: Anp-Cia, ok 14esima dopo tante incertezze

04 juillet 2019

Torna a Luglio la quattordicesima mensilità. Una boccata d'ossigeno e un risultato importante per tre milioni di pensionati italiani con trattamenti al minimo o inferiori a mille euro. Lo stabilisce una circolare dell'Inps del 27 Giugno e riguarda tutti quei pensionati che rientrano nei requisiti di reddito già previsti nella Legge di bilancio 2017 e confermati nel 2018. Ai pensionati al minimo, che già la prendevano in base alla Legge n.127 del 2007, verrà confermata la quattordicesima con l'incremento del 30 per cento.

Nonostante la buona notizia per i pensionati con risorse del tutto insufficienti a far fronte alle più elementari esigenze della vita quotidiana, Anp-Cia rileva che non è accettabile lo stato d'incertezza nel quale queste persone sono vissute in questi mesi. Nessuna fonte ufficiale, nè del Governo, né di altra Istituzione, ha fornito una qualche indicazione sul se e quando la quattordicesima mensilità sarebbe stata erogata.

Anche per queste ragioni Anp-Cia ribadisce la necessità di arrivare a una stabilizzazione della quattordicesima, in modo che diventi parte integrante della prestazione pensionistica. La sua istituzione fu motivata da ragioni emergenziali: dare sollievo alle persone che più di altre avevano sofferto il peso della crisi economica. Ma l'emergenza sociale à ancora in atto e l'Associazione nazionale pensionati per questo insiste, affinché tutti i minimi di pensione siano portati almeno a quanto previsto dalla Carta Sociale Europea (40% del reddito medio nazionale, cioè oggi almeno 650 euro).

Per queste ragioni, prosegue la mobilitazione promossa dall'Anp-Cia nelle Prefetture italiane per porre all'attenzione del Governo i problemi della categoria e sollecitare adeguati interventi, anche perché la pensione di cittadinanza recentemente istituita non ha, purtroppo, risolto il problema delle pensioni basse.

 

 

Torna alle news