Saut au contenu

Approfondimento news

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Assalto alla Cgil: solidarietà di Anp-Cia al segretario Spi, Ivan Pedretti

11 octobre 2021

Libertà, democrazia, diritti sociali, lotta alle diseguaglianze, dignità delle persone anziane sono, oggi, non solo al centro del nostro impegno, ma emergono sempre di più come una priorità assoluta nel rispetto dalla Costituzione Italiana. Così Anp, l'Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani esprimendo solidarietà politica e vicinanza umana al segretario generale dello Spi, il Sindacato pensionati italiani di Cgil, Ivan Pedretti, per il terribile e inaccettabile attacco squadrista alla sede nazionale di Corso d'Italia a Roma.

"Nel rinnovare la nostra piena condanna di quanto accaduto con la manifestazione ‘No Green Pass' di sabato scorso nella capitale -dichiara il presidente nazionale Anp-Cia, Alessandro Del Carlo- voglio assicurare al segretario Pedretti, il nostro impegno per la difesa dei valori fondamentali a cui ci ispiriamo e assolutamente contrari a un'aggressione che, evidentemente, è stata premeditata e messa in atto con una violenza che, purtroppo, richiama alla memoria tristi vicende della storia del Paese. Una storia che il mondo contadino ha conosciuto bene e pagato a caro prezzo -continua Del Carlo- con le squadracce fasciste che impervesavano nelle campagne, nei poderi, perpetrando ogni tipo di violenza, fino all'uccisione dei fratelli Cervi.

La scelta del soggetto da aggredire è stata chiaramente simbolica -commenta Del Carlo- volendo colpire il mondo del lavoro e le loro rappresentanze. Per questo -aggiunge- ci sentiamo tutti colpiti e feriti anche nei sentimenti, ma non intimoriti. Piuttosto, motivati a reagire per difendere tutti i diritti e a manifestare il dissenso nel quadro della legalità e del rispetto".

Per Anp-Cia, l'emergenza sanitaria ha certamente alterato molti aspetti della vita sociale e modificato la percezione dei problemi. I pensionati, con assegni al minimo o a basso livello, come segnala da tempo l'Associazione, sono fra quelli che hanno sofferto di più in questi mesi di pandemia con l'aggiunta di disagi e isolamento, causati dal distanziamento sociale, e senza ricevere alcuna attenzione nei provvedimenti del Governo.

"Tuttavia -conclude il presidente di Anp-Cia, Del Carlo nel suo messaggio di sostegno al Sindacato pensionati italiani di Cgil- il nostro, come il vostro impegno, è finalizzato a creare consapevolezza e coscienza collettiva, consenso sensibile e attenzione intorno alle situazioni di maggiore fragilità e difficoltà sociale. Lo facciamo e continueremo a farlo, quindi, con gli strumenti della democrazia e lo stile della civiltà. Il contrario di quanto dimostrato da quei gruppi violenti che ostentano simboli inquietanti, contrari alla democrazia e verso i quali -precisa e conclude Del Carlo- sarebbe urgente prendere provvedimenti adeguati per metterli fuori dalla comunità democratica e civile".