Salta al contenuto

Salute: Anp-Cia all’evento ASViS per una nuova sanità in Calabria

All’iniziativa l’intervento del presidente nazionale Alessandro Del Carlo.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Indietro

Salute: Anp-Cia all’evento ASViS per una nuova sanità in Calabria

05 ottobre 2020

"Take Care Calabria: proposte e soluzioni per una nuova sanità territoriale" titolo e tema dell'appuntamento nell'ambito del Festival dello Sviluppo Sostenibile 2020 promosso da ASviS, che ha visto intervenire, in diretta streaming, anche Alessandro Del Carlo, il presidente nazionale di Anp, l'Associazione nazionale pensionati di Cia-Agricoltori Italiani tra i partner dell'Alleanza.

A condividere con Anp-Cia la riflessione sul ruolo indispensabile e complementare del terzo settore, numerosi e autorevoli enti e associazioni che hanno ricordato la centralità della cura e dell'assistenza ai malati e agli anziani, soprattutto attraverso il Sistema sanitario nazionale.

"E' chiaramente sul terreno dei servizi e della medicina di prossimità che occorre investire e innovare -ha dichiarato, in collegamento, il presidente di Anp-Cia, Alessandro Del Carlo-. Serve una sanità territoriale più vicina alle persone, in grado di garantire assistenza domiciliare, prevenzione, cure primarie, nonché strutture ospedaliere pensate per gli anziani". In particolare, Del Carlo ha posto l'accento sui disagi dovuti alla rarefazione dei servizi destinati ai tanti pensionati e anziani che vivono nelle aree interne e rurali. "In queste zone -ha rimarcato- è urgente la diffusione di punti di riferimento come le Case della salute, l'infermiere di comunità, le farmacie rurali che fanno anche distribuzione al domicilio. Lo sviluppo della telemedicina e delle nuove tecnologie per portare i servizi al domicilio delle persone".

"Invecchiare in buona salute -ha aggiunto Del Carlo- è una conquista fondamentale che deve essere preservata con scelte lungimiranti. L'organizzazione sul territorio calabro è stata determinante per combattere l'epidemia e, ora, sulle buone pratiche di questa esperienza, occorre lavorare per il futuro, per favorire lo sviluppo dell'economia e delle imprese sul territorio".

"Più in generale -ha poi concluso Del Carlo- è importante garantire l'accesso alle specializzazioni più avanzate e di eccellenza in ogni Regione ed evitare l'emigrazione sanitaria con maggiori costi a carico delle famiglie, costi che negli ultimi anni, di inaccettabile divario e disuguaglianze sociali".

Ad aprire l'appuntamento ASviS, in rappresentanza del CRU Calabria, nonché direttore di Cia Calabria, Franco Belmonte il quale ha sottolineato la necessità di promuovere e sostenere le attività di prevenzione per favorire l'invecchiamento attivo, l'urgenza di "un sistema pubblico che, in sinergia con il privato-sociale, possa far fronte a quei bisogni di cura e assistenza, di cui necessitano malati e anziani, che l'emergenza Covid ha reso ancora di più non rinviabili".

 

 

 

 

 

 

Torna alle news