Salta al contenuto

Pensioni basse: 13.500 firme dell’ANP Toscana sbarcano in Parlamento.

Del Carlo: «Questione di dignità e giustizia sociale»

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Indietro

Pensioni basse: 13.500 firme dell’ANP Toscana sbarcano in Parlamento.

Un passo avanti importante della battaglia dell'Anp per ottenere l'aumento delle pensioni basse Firenze, 20 luglio 2016

Le firme dei pensionati della Cia Toscana per innalzare le pensioni basse arrivano in Parlamento. Si completa il lavoro e la grande mobilitazione, durata alcuni mesi in tutta la Toscana, organizzata dall'Anp Cia. La commissione lavoro della Camera dei Deputati discuterà della petizione Anp. Infatti, lo scorso 7 luglio nel corso dell'Assemblea plenaria della Camera, è stata annunciata l'assegnazione della Petizione ANP alla Commissione XI – Lavoro - per la discussione del tema proposto che riguarda le pensioni basse. La petizione è stata registrata con numero "1.127" e riportata con titolo sintetico: "Vincenzo Brocco, da Roma, chiede di aumentare l'importo delle pensioni basse e altri interventi per garantire equità e giustizia sociale nei confronti dei pensionati". 

«Un passo avanti importante della battaglia dell'Anp – sottolinea il presidente regionale dell'Anp Alessandro Del Carlo - per ottenere l'aumento delle pensioni basse. Due manifestazioni, centomila firma raccolte, di cui oltre 13.500 in Toscana (sono 100 mila quelle raccolte da Anp, sono servite a portare al Parlamento e al governo il tema delle pensioni basse che da dieci anni ormai non vedono un miglioramento delle prestazioni, a fronte di una perdita del potere d'acquisto anche del trenta per cento. E' una questione di dignità e di giustizia sociale verso una categoria di persone che dopo una vita lavoro sono costretti a vivere con una pensione che è al di sotto di ogni parametro nazionale ed europeo che definisce la condizione minima per vivere in maniera dignitosa». 

L'Anp Cia Toscana registra l'importante risultato ottenuto con l'iscrizione del tema ai lavori della commissione parlamentare e attende con fiducia un risultato positivo; contemporaneamente va avanti con le iniziative su tutto il territorio per continuare a sensibilizzare parlamentari e istituzioni affinché nella prossima legge si stabilità ci sia la risposta auspicata. Torna alle news